Manager LAB: Gestire gli aumenti di prezzo

Il Pronto Soccorso Acquisti/Vendite per superare la tempesta perfetta

CALENDARIO IN VIA DI DEFINIZIONE.
PERCORSO PREVISTO INDICATIVAMENTE A PARTIRE DA OTTOBRE.

Problemi logistici e di forniture, ripresa della domanda dopo la pandemia e questioni geopolitiche hanno portato ad aumenti di prezzo in molti settori. É una situazione mai vista: materie prime che non si trovano o approvvigionabili a costi altissimi, margini in calo, necessità di rivedere i contratti, fatica nel trasferire ai clienti gli inevitabili ritocchi, a più riprese, ai listini; il tutto amplificato da condizioni emotive emergenziali.  Una sorta di “tempesta perfetta” in cui è cruciale avere un metodo per tamponare la situazione e salvaguardare i profitti, persino la sopravvivenza stessa dell’azienda.

 

Quali sono gli obiettivi e a chi è rivolto?

Se prevedere la durata del momento inflattivo è compito degli analisti, il percorso ha l'obiettivo di supportare i manager nella gestione della situazione, iniziando o mettendo a punto processi forse finora rimandati, perché anche in emergenza si può fare qualcosa.

Per far ciò serve un approccio olistico, esteso su più aree: Commerciale, Procurement/Acquisti, Supply Chain, Logistica, Operations, Prodotto, Qualità. Per questo il corso è rivolto all’imprenditore o al CEO, ma anche a tutti quei decisori che a vario titolo si trovano a gestire una situazione totalmente nuova.

Il percorso formativo ha taglio PRATICO secondo la metafora del “triage” ospedaliero, un “Pronto Soccorso degli aumenti di prezzo”, per agire su entrambi i fronti: a monte (lato fornitori) e a valle (lato clienti).

  • Codice rosso: cosa fare nell’immediato (nei prossimi 3-6 mesi)
  • Codice giallo: cosa fare nei prossimi 6-12 mesi
  • Codice verde: cosa fare nel giro di 1-3 anni


Per attuare iniziative volte a:

  • rivedere i listini con metodi e criteri precisi;
  • supportare i venditori nella difficile – anche emotivamente - comunicazione degli aumenti;
  • sapere quali sono i clienti più o meno sensibili agli aumenti di prezzo;
  • eliminare prodotti (o clienti) in perdita;
  • aggiornare le competenze dei propri buyer, nella trattativa con i fornitori
  • individuare le priorità di items più a rischio,
  • classificare i fornitori secondo urgenza nel rinegoziare i contratti;
  • ridurre i costi fissi, proponendo soluzioni alternative,
  • analizzare i vincoli strategici;
  • valutare l’effettivo impatto degli aumenti delle varie componenti di costo variabile sul prodotto finito;
  • fare simulazioni previsionali: sugli aumenti di materie prime, energia e trasporti, di quanto incidono sulle vendite e/o i prezzi per compensare l’extra costo.

 

Programma e modalità di partecipazione:

Il corso ha una durata complessiva di 40 ore che si svolgeranno in aula e in modalità online.

Le docenti selezionate, Cristina Mariani e Federica Dallanoce, si avvalgono dello spazio online Slack, per condividere i materiali di studio e le esercitazioni che saranno assegnate tra una sessione e l’altra. Lo spazio online ha anche la funzione di contenitore per la Community, dove i partecipanti possono interagire.

É necessario creare un account gratuito Slack; il partecipante riceverà poi il link per accedere allo spazio.

 

Tariffe:

€ 1.200 + iva | € 1.000* + IVA per Aziende associate a Confindustria Bergamo
€ 1.560 + iva | € 1.300* + IVA per Aziende NON associate a Confindustria Bergamo

É previsto, inoltre, uno sconto del 20% a partire dal 2° partecipante per iscrizioni multiple della stessa azienda.

 

📘 Incluso nel prezzo il libro "Pricing. Come gestire l'aumento dei prezzi" di Cristina Mariani e Alessandro Silva

Manifestazione d'interesse
Contattaci per maggiori informazioni
A cosa sei interessato
Vedi il prossimo servizio
ALLENARSI AL CAMBIAMENTO NEI NUOVI SCENARI DIGITALI